Siena, 31 gen- “Assistiamo quotidianamente a fenomeni di censura e caccia alle streghe e quindi alla totale negazione del termine ‘libertà’
“-spiega Christian Sechi, responsabile provinciale del Blocco Studentesco Siena- ” Per questo mai come oggi il motto ‘Baluardo di Libertà’ presente nei nostri volantini e scelto dal Blocco Studentesco ci sembra estremamente calzante.

“Vogliamo che gli studenti tornino ad essere parte attiva della vita scolastica e politica della nostra nazione e i blitz che stiamo svolgendo in tutta Italia, hanno il compito di smuovere le coscienze dei giovani.” -continua Sechi del Blocco Studentesco-” Abbiamo spiegato agli studenti che da oggi in poi ci inseriremo senza tentennamenti e senza compromesso alcuno sui problemi inerenti all’edilizia scolastica, tematica molto sensibile nel nostro territorio, e proporremo iniziative storico-culturali in totale contrapposizione rispetto alla moda politicamente corretta che infesta le nostre aule magna. Il Blocco Studentesco continuerà a battersi contro il contributo volontario e per il libro di testo elettronico affinché, in questa epoca di ristrettezze economiche, si possano abbattere i costi di ogni famiglia destinati alla spesa scolastica.”

“Negli ultimi anni, grazie al lavoro svolto negli istituti senesi abbiamo raccolto moltissimi consensi e adesioni in quanto movimento diverso da tutti gli altri. “-conclude il responsabile del movimento giovanile dal fulmine cerchiato-” Il Blocco Studentesco è un movimento rivoluzionario, di rottura con quella che è la scuola di oggi, la scuola-azienda dove le idee sono proibite, dove gli studenti non contano nulla e dove a farla da padroni sono i professori nostalgici del ’68 e i presidi-manager.

Share This